La mia è una generazione che ha dovuto andare in giro a cercare i propri maestri; quelli che ci hanno immediatamente preceduto, infatti, hanno per lo più rifiutato di farsi maestri, di accogliere la responsabilità e la gioia di mescolare la propria biografia con quella dell'allievo. Per questo ho sempre sentito l'esigenza di dedicarmi studio della pedagogia teatrale, del modo di consegnare la mia esperienza ai miei allievi, ma soprattutto alla relazione che si stabilisce con loro.

Accademia Minima

Accademia Minima è la bottega teatrale di Francesco in dialogo con la Fondazione Elsa Culture Comuni, con il patrocinio del Comune di Poggibonsi.

E' strutturata su una serie di incontri settimanali, seminari mensili con alcuni dei più interessanti protagonisti del teatro contemporaneo italiano ed europeo, un seminario intensivo finale ed uno spettacolo.

Per i dettagli è visitabile il sito www.accademiaminima.it

 

Officina Teatrale a Firenze

Officina teatrale
TEATRO ARTIGIANO
guidata da Francesco Chiantese

Firenze, ARCI San Niccolò
Ogni lunedì dalle 20.30 alle 23.30

"Il teatro come forma di artigianato delle relazioni"

Un percorso teatrale aperto ad appassionati (sia alle prime armi che amatori avanzati) dai sedici anni in su che sono curiosi di incontrare e riconoscere il proprio teatro.
L'approccio al lavoro sarà delicato ma rigoroso, cercheremo di rendere il clima intimo ma improntato all'apprendimento.

Il tema centrale di questo percorso, per quest'anno, sarà il mediterraneo, avendo come riferimento il testo "breviario mediterraneo" di Pedrag Matvejevic.


Ogni singola lezione sarà suddivisa in tre parti:
- Allenamento psicofisico dell'attore (in principio la percentuale maggiore verrà dedicata a questo)

- un breve momento di dialogo (cinque/dieci minuti, perché il teatro come ogni forma artigiana non si può basare su parole)

- lavoro pratico attorno alla costruzione dello spettacolo (metteremo immediatamente in pratica le cose apprese, confrontandosi con il lavoro attorno al testo di Matvejevic

Durante l'anno verranno organizzati seminari, a costi popolari o gratuiti, con altri professionisti dello spettacolo.

Saranno messi a disposizione degli allievi alcune dispenze, i materiali di lavoro, l'esperienza di Francesco; verrà richiestò ascolto, partecipazione, ed ovviamente il pagamento di una quota mensile.

La quota mensile è fissata in 40 euro; più la tessera d'iscrizione all'ARCI (qualora non ne si disponga)

Le lezioni del 2 e del 9 ottobre sono "dimostrative" e possono essere seguite senza versare alcuna quota, in modo da poter valutare il percorso proposto.

 

Per informazioni e per partecipare alle lezioni di prova scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 



--------------------------------------------------

Francesco Chiantese è regista, attore, drammaturgo e pedagogo teatrale.

Incontra il teatro da adolescente come strumento di azione della controcultura napoletana e lo prende in prestito.

Nel suo percorso ha avuto modo di incontrare tra gli altri Claudio Ascoli, Laura Curino, Eugenio Barba, Marcel Marceau, Roberta Carreri, Judith Malina, Hanon Reznicov, Franco di Francescantonio, Simona Cieri, Mariaclaudia Massari, Tage Larsen, Yoshi Oida, Torgeir Wethal, Julia Varley, Wes Howord, Moni Ovadia, Mimmo Cuticchio, Mamadou Dioume, Yoshi Oida, Eimuntas Nekrosius, Nicolai Karpov, Germana Giannini, Peppe Barra, Armando Punzo. Virgilio Sieni, Mario Barzaghi.

E' autore di numerosi testi teatrali e del saggio In Limine, Appunti per un Teatro dei sintomi (ed. Lampidistampa).

Attualmente è direttore artistico della compagnia Teatro dei Sintomi, di Accademia Minima centro di formazione teatrale, guida un'officina teatrale multietnica a Poggibonsi (SI), accompagna il percorso del gruppo teatrale del movimento Pansessuale-Arcigay di Siena e tiene seminari e workshop di teatro, regia e scrittura in varie città italiane ed europee.